La Sperimentazione UniTo

Estratto del Saggio realizzato dal Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche dell’Università degli Studi di Torino

Tempistica della prova:
Iniziata in data 19.11.2020 e terminata in data 11.12.2020

Metodo di prova:
Prova quantitativa per la valutazione dell’attività virucida del
dispositivo germicida su beta-coronavirus umano OC43
appartenente alla stessa famiglia virale e genere del
coronavirus SARS-CoV-2, responsabile del Covid-19.

Potenza del prodotto testato:
50w (4 x 12.5w Moduli LED di Purificazione “V-Guard®”)
Il prodotto è disponibile nelle versioni 50w-100w-150w-200w

Conclusioni
È stata valutata l’attività virucida contro il beta-coronavirus umano OC43 appartenente alla stessa famiglia virale e genere del coronavirus SARS-CoV-2, responsabile del Covid-19”. I risultati ottenuti evidenziano un’attività virucida media del 100% in seguito ad un irradiamento per 60 minuti . Si è dimostrata un’attività virucida media del 99.9999% in seguito ad un irradiamento per 30 minuti.
Si è dimostrata un’attività virucida media del 99.9996% in seguito ad un irradiamento per 3 minuti.
Si è dimostrata un’attività virucida media del 99.9% in seguito ad un irradiamento per 1 minuto.

Tempi di trattamento – sintesi
60 minuti per 3 replicati – inattivazione: 100%
30 minuti per 1 replicato – inattivazione: 100%
03 minuti per 1 replicato – inattivazione: 100%
01 minuti per 1 replicato – inattivazione: 99.9%

Estratto del rapporto prodotto dal responsabile del Laboratorio David Lembo, Professore Ordinario di Microbiologia Università degli Studi di Torino – Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche.

Immagini dei risultati

Campione non irradiato

Campione irradiato

Le cellule infettate, evidenziate in marrone a seguito del processo di immunocitochimica, sono state visualizzate con un microscopio ottico invertito (Leica DM IL) ad un ingrandimento di 200x. Le immagini sotto riportate sono state acquisite alla diluizione 1:3 della titolazione virale.

Nota esplicativa: la sperimentazione è stata realizzata con un titolo virale (quantità) molto elevato, pari a 107, ovvero 10.000.000 di cellule virali.
Il rapporto integrale è a disposizione dei richiedenti